MERCE PERICOLOSA
Consulenza e professionalità al vostro servizio
0331 44.60.00
info@vectorspa.it
.

In questo lavoro non si smette mai di imparare

Reparto vendite e custom care

Il nostro staff è costantemente aggiornato sulle normative ADR, garantendo correttezza nei processi e rispetto delle regolamentazioni vigenti.

Effettuiamo trasporti terrestri, marittimi ed aerei per le diverse classi di pericolosità, eccetto la classe 7.

Garantiamo ai nostri clienti la migliore consulenza per le spedizioni di merci pericolose, con particolare focus sulle tipologie di imballaggio, etichettatura e sulla documentazione necessaria.

Abbiamo una divisione interna specializzata nel trasporto di merce militare, inclusa la classe 1.1 e merce classificata IATA FORBIDDEN.

 

NORMATIVE TRASPORTI AEREI 

Tre sono i principali soggetti che regolano il trasporto aereo e determinano cosa è accettabile e a che condizioni.

ICAO: International Civil Aviation Organization è un'agenzia autonoma delle Nazioni Unite incaricata di sviluppare i principi e le tecniche della navigazione aerea internazionale, delle rotte e degli aeroporti e promuovere la progettazione e lo sviluppo del trasporto aereo internazionale rendendolo più sicuro e ordinato. L’Allegato 18 ICAO alla Chicago Convention intitolato “The Safe Transport of Dangerous Goods by Air” definisce i principi generali che stabiliscono se la merce è accettabile per il trasporto aereo.

IATA: International Air Transport Association è un’organizzazione internazionale di compagnie aeree che ha come scopo rappresentare, guidare e servire l’industria aerea. La Iata regola il trasporto di materiale pericoloso e pubblica lo IATA Dangerous Goods Regulations manual, manuale di riferimento universale che regolamenta le spedizioni di materiale pericoloso.

ENAC: Ente Nazionale per l'Aviazione Civile è l’unica Autorità di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile in Italia. È l’ENAC  a garantire che i principi e le normative stabilite a livello internazionale vengano rispettate. Qui di lato è scaricabile la CIRCOLARE ENAC SUL TRASPORTO AEREO DELLE MERCI PERICOLOSE

 

 

NORMATIVA TRASPORTI MARITTIMI

Anche per il trasporto marittimo diversi sono i soggetti che regolano le procedure di accettazione di merce pericolosa, assicurandosi che i trasporti restino sicuri, efficienti e attuando politiche di prevenzione dell’inquinamento marittimo da parte delle navi.

IMO: International Maritime Organization (IMO) è l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite responsabile dello sviluppo di un’industria di spedizioni marittime internazionali.  

Tra i loro compiti c’è quello di aggiornare l’International Maritime Dangerous Goods (IMDG) Code, il codice internazionale per il trasporto marittimo di Merci Pericolose, adottato al fine di proteggere la vita dei marinai e prevenire l’inquinamento ambientale.

I paesi delle Nazioni Unite adottano l’IMDG insieme ad altri due convenzioni dedicate alla sicurezza marittima e alla prevenzione dell’inquinamento ambientale: la Safety of Life at Sea Convention (SOLAS) e l’International Convention for the Prevention of Pollution from Ships (MARPOL).

In Italia è il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ad occuparsi delle attività portuali e marittime, della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell’ambiente marino e dei suoi ecosistemi e della navigazione e del trasporto marittimo in sicurezza.

Il Decreto 7 aprile 2014 (scaricabile qui a lato) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e il Decreto del 6 giugno 2005 del Presindente della Repubblica , regolamentano le procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per il nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (Transhipment) delle merci pericolose.

 

NORMATIVE RAIL & ROAD

Il principale documento normativo riconosciuto a livello Europeo che regolamenta il trasporto terrestre di merci pericolose è l’European Agreement concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road (ADR). Esso tratta sia le normative per imballaggio ed etichettatura di merce pericolosa, che la costruzione, attrezzatura e funzionamento dei veicoli predisposti al trasporto.

Il trasporto ferroviario è invece regolamentato, migliorato e facilitato dall’Intergovernmental Organisation for International Carriage by Rail (OTIF). Durante il protocollo di Vilnius nel 1999 sono state scritte le Regulations concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Rail (RID) che regolamentano il trasporto di merci pericolose via ferovia.

Il Italia, oltre a recepire le normative comunitarie, il trasporto di merce pericolosa, soprattutto se radioattiva, tossica ed esplosiva, è soggetto a specifiche leggi su scala nazionale che fanno capo al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti.

 

Dimensioni schermo non ancora supportate
Per offrirti una migliore esperienza, questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo INFO OK